Un ballo in maschera in vendita da venerdì 1 marzo

viva verdi l'opera integrale

Viva Verdi, l’opera integrale di un genio senza tempo

Nel bicentenario della nascita del grande maestro Giuseppe Verdi, l’opera integrale del maestro in DVD.
Un repertorio video straordinario che presenta le esecuzioni dei più illustri direttori d’orchestra, con i più grandi interpreti , nei teatri più importanti d’Italia e con registi d’eccezione.
Ogni dvd è corredato di un libretto che offre le testimonianze degli interpreti e dei protagonisti degli allestimenti delle opere del Maestro.
Il piano dell’opera



Madama Butterfly ad Ancona, 8-10 febbraio 2013

Dopo aver diretto con grande successo l’opera nel 2004 con Daniela Dessì protagonista al fianco di Fabio Armiliato, Chiara Chialli ed Enrico Marrucci, Renato Palumbo  torna ad Ancona con il capolavoro pucciniano per la stagione 2012/2013 del teatro marchigiano. link
Venerdì 8, ore 20.30, domenica 10 febbraio 2013, ore 16

 

MADAMA BUTTERFLY scheda
musica di Giacomo Puccini
Opera in tre atti
Libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica

personaggi e interpreti
Madama Butterfly (Cio-Cio-San) Elena Popovskaya
Suzuki Enkelejda Shkosa
Kate Pinkerton Aliona Staricova
F- B- Pinkerton Luciano Ganci
Sharpless Gianfranco Montresor
Goro Stuart Patterson 
Il principe Yamadori Giacomo Medici 
Lo zio Bonzo Gianluca Breda
Il commissario imperiale Gianni Paci 
L’ufficiale del registro Alessandro Pucci

direttore d’orchestra Renato Palumbo
regia, scene, luci Arnaud Bernard

nuovo allestimento Fondazione Teatro delle Muse

FORM Orchestra Filarmonica Marchigiana 
Coro Lirico Marchigiano “V. Bellini” – Maestro del coro Pasquale Veleno

Guida all’opera a cura di Gabriele Cesaretti
Domenica 3 febbraio 2013, ore 11, Ridotto del Teatro

Al termine della guida all’opera verrà servito un aperitivo offerto dagli Amici del Teatro delle Muse.




Andrea Chénier a Prima della Prima, Rai3

Martedì 5 febbraio 2013, h. 1.35, e in replica domenica 10 febbraio alle 12.55, andrà in onda la puntata di Prima della prima dedicata alla produzione di Andrea Chénier appena andata in scena a Torino con la direzione di Renato Palumbo.

dal sito Rai

Rosaria Bronzetti ci porta dietro le quinte del Teatro Regio di Torino per Andrea Chénier,“dramma di ambiente storico” di Umberto Giordano.

L’allestimento, visivamente accurato e fedele al testo, è firmato da un maestro del teatro italiano:Lamberto Puggelli. In questa edizione la regia originaria è curata da Salvo Piro. Per l’occasione il maestro Renato Palumbo, acclamato da pubblico e critica per il sicuro segno drammatico che imprime alle sue conduzioni operistiche, dirige l’Orchestra e il Coro del Teatro Regio.Nel presente allestimento, veste i panni del poetaChénier Marcelo Álvarez, l’acclamato tenore argentino che è stato più volte applaudito in questo ruolo per l’intensità con cui lo interpreta. L’antagonista, Gérard, è il baritono Alberto Mastromarino, cantante specializzato, oltre che nel repertorio verdiano, anche in quello verista. La bella Maddalena è interpretata dal soprano uruguaiano María José Siri.

Racconta Álvarez alle telecamere di “Prima della Prima”: “Adoro interpretare questo ruolo perché è molto attuale. Andrea Chénier è un uomo che ha il coraggio di parlare in maniera diretta contro ogni ipocrisia, mettendo in gioco la sua stessa vita per degli ideali. E a me piace riuscire a tirar fuori tutti i “colori” di questo ruolo. È un uomo pieno di nobiltà e ogni parola che proferisce va dritta al significato profondo della vita: l’amore. Nel secondo atto dice ‘Non ho amato ancor…’, è un idealista che cerca l’amore supremo, e anche Maddalena per lui è un ideale, una trascendenza che non ha più fisicità; alla fine si trovano insieme fino alla morte, non importa il corpo… sono comunque loro due insieme.”

La regia televisiva di questa puntata è di Angela Landini.




26 gennaio 2013: Radio3 trasmette Il trovatore da Bologna

Sabato 26 gennaio 2013 alle ore 20.00 Rai Radio3 trasmette la registrazione della prima del Trovatore andato in scena lo scorso dicembre con grande successo al Comunale di Bologna sotto la direzione di Renato Palumbo.  Radio Streaming a questo link

TEATRO COMUNALE DI BOLOGNA

– Stagione Lirica 2012

 

IL TROVATORE

dramma in quattro parti di Salvatore Cammarano

dal dramma El trovador di Antonio Garcia-Gutiérrez

musica di Giuseppe Verdi

 

il conte di Luna, giovane gentiluomo aragonese, Luca Salsi

Leonora, dama di compagnia della principessa d’Aragona, Anna Pirozzi

Azucena, zingara della Biscaglia, Andrea Ulbrich

Manrico, ufficiale del principe Urgel e presunto figlio di Azucena, Roberto Aronica

Ferrando, capitano degli armati del conte di Luna, Luca Tittoto

Ines, confidente di Leonora, Elena Borin

Ruiz, soldato al seguito di Manrico, Cristiano Cremonini

un vecchio zingaro, Michele Castagnaro

un messo, Enrico Picinni Leopardi

 

Orchestra e Coro del Teatro Comunale di Bologna

M° del Coro, Lorenzo Fratini

direttore, Renato Palumbo

regia, Paul Curran, ripresa da Oscar Cecchi

scene e costumi, Kevin Knight

 

Registrata il 18 dicembre 2012 al Teatro Comunale di Bologna

 




Renato Palumbo dirige Il trovatore a Bologna dal 18 al 30 dicembre

Dopo Andrea Chénier, Elisabetta regina d’Inghilterra e diversi concerti sinfonici, oltre all’Ernani in tournèe a Tokio nel 2011, Renato Palumbo torna al Comunale di Bologna per Il trovatore, l’opera con la quale ha debuttato sul podio a diciannove anni e che ha concertato con successo poi in tutto il mondo (ricordiamo in particolare le felici produzioni del Regio di Parma nel 2006 e del Regio di Torino nel 2005). Per maggiori informazioni consulta il sito del Comunale di Bologna.

IL TROVATORE

DI GIUSEPPE VERDI

NELL’ALLESTIMENTO DI PAUL CURRAN

DIRETTO DA RENATO PALUMBO

 

Martedì 18 dicembre 2012, alle ore 20.00, nella Sala Bibiena del Teatro Comunale di Bologna va in scena Il Trovatore di Giuseppe Verdi.

Il capolavoro verdiano, che chiude la Stagione d’Opera e Balletto 2012, è un allestimento del Teatro Comunale di Bologna in coproduzione con Teatro delle Muse di Ancona e Circulo Portuense de Opera di Porto.

 

Dirige l’Orchestra e il Coro del Teatro Comunale il Direttore Maestro Renato Palumbo.

La regia è di Paul Curran ripresa da Oscar Cecchi.

Le scene e i costumi sono di Kevin Knight.

Le luci sono di Bruno Poet riprese da Andrea Oliva.

Il Maestro del Coro è Lorenzo Fratini.

 

Dramma in quattro parti su libretto di Salvatore Cammarano dal dramma El Trovador di Antonio García-Gutiérrez, Il Trovatore torna al Teatro Comunale di Bologna dopo sette anni di assenza, sempre nell’allestimento curato dal regista scozzese Paul Curran, già Direttore artistico della Norwegian National Opera di Oslo e regista d’opera tra i più apprezzati e attivi nel mondo, reduce dal successo del Tristan und Isolde che lo scorso novembre ha  aperto la stagione lirica del Teatro La Fenice di Venezia. La regia de Il Trovatore, in questa ripresa, è affidata all’assistente di Curran, il triestino Oscar Cecchi, che collabora con il regista scozzese dal 2005.

 

Sul podio dell’Orchestra e del Coro del Teatro Comunale torna il Maestro Renato Palumbo, uno dei più importanti direttori del repertorio verdiano, alla testa di Orchestra e Coro del Comunale anche nell’Ernani portato in tournée in Giappone nell’estate del 2011.

Palumbo, ospite abituale di prestigiosi teatri nazionali e internazionali, è stato l’unico italiano insieme a Giuseppe Sinopoli a ricoprire la carica di direttore musicale generale della Deutsche Oper di Berlino.Attivo anche nel repertorio sinfonico, Palumbo nel 2009 ha riaperto con Turandot il Teatro Petruzzelli di Bari ricostruito dopo l’incendio del 1990.

 

Di altissimo livello e di notevole interesse la compagnia di canto, che annovera alcuni tra i migliori cantanti del repertorio verdiano.

Nel ruolo del Conte di Luna si alternano Roberto Frontali e Luca Salsi, che debutta nel ruolo.

Roberto Frontali, uno dei più importanti baritoni della sua generazione, ha in repertorio innumerevoli autori tra i quali, oltre a Verdi, Bellini, Donizetti, Rossini. Nel 2011 ha cantato Ernani di Giuseppe Verdi a Tokyo in tournée con il Teatro Comunale, diretto proprio da Renato Palumbo.

Luca Salsi, al suo debutto nel ruolo, ha iniziato la sua luminosa carriera proprio al Teatro Comunale di Bologna, nella Scala di seta di Rossini. La rapida carriera l’ha già portato nei più importanti teatri d’opera del mondo.

Debutto assoluto nel ruolo anche per il tenore Roberto Aronica, che si alterna nel ruolo di Manrico con il coreano Ji Myung Hoon.

Considerato una delle migliori voci tenorili in circolazione, con una carriera in costante ascesa, Roberto Aronica, dopo il debutto nel ruolo del Duca di Mantova in Rigoletto al Teatro Municipale di Santiago del Cile, intraprende una carriera che lo porta a collaborare con i più prestigiosi direttori d’orchestra al mondo, nei teatri internazionali.

Ji Myung Hoon, coreano trasferitosi nel 2002 in Italia, dopo aver vinto numerosi concorsi di canto internazionali, comincia la carriera interpretando ruoli verdiani e pucciniani. Nel 2011 ottiene grande successo al Festival Verdi di Parma proprio nel ruolo di Manrico.

Debutto al Teatro Comunale per l’uruguayana Maria José Siri, che interpreta il ruolo di Leonora  insieme ad Anna Pirozzi. Maria José Siri, lanciata in Italia dopo il debutto al Teatro alla Scala nel 2009 nei Due Foscari, è ormai richiesta dai più importanti teatri d’opera, sia in Italia che all’estero.

Anna Pirozzi, napoletana, è un’artista versatile che passa agilmente dal repertorio verdiano al repertorio moderno.

Nel ruolo di Azucena l’ungherese Andrea Ulbrich si alterna all’italiana Anna Malavasi.

La Ulbrich, una veterana del ruolo, specializzata in studi vocali, oltre al vasto repertorio nel belcanto, ha al proprio attivo numerose registrazioni su Cd. Anna Malavasi, che ha già cantato al Comunale di Bologna, dopo gli studi al Conservatorio “Rossini” di Pesaro, dal 2008 si sposta verso la vocalità mezzosopranile.

Luca Tittoto interpreta il ruolo di Ferrando. Tittoto, il cui repertorio include anche i principali ruoli d’oratorio per basso, si è recentemente contraddistinto al Comunale di Bologna nel ruolo di Alidoro nella Cenerentola diretta da Michele Mariotti.

Elena Borin, che interpreta il ruolo di Ines, canta stabilmente nei più importanti teatri d’opera italiani mentre Cristiano Cremonini, qui nel ruolo di Ruiz, è appena stato protagonista in concerto a Bagdad come testimonial del progetto internazionale Italia-Iraq: “Culture, an Instrument of Peace”.

Completano il cast due artisti del Coro del Teatro Comunale: Michele Castagnaro nel ruolo di un vecchio zingaro, ed Enrico Picinni Leopardi nel ruolo di un messo.   

 

Seconda opera della cosiddetta “trilogia popolare” – insieme a “Rigoletto” e “La Traviata” – Il Trovatore andò in scena il 19 gennaio 1853 al Teatro Apollo di Roma, ottenendo un enorme successo.

Opera dalla trama complessa, ambientata in Spagna al principio del secolo XV, Il Trovatore racconta, con un bel canto espressivo, passioni come l’amore, la gelosia, la vendetta, l’odio e la lussuria.

L’azione si svolge nella cornice di una Spagna medievale e notturna: Manrico e il Conte di Luna, entrambi innamorati di Leonora, si fronteggiano sino alla morte come nemici, senza sapere di essere fratelli. Custode del segreto è la zingara Azucena, che per vendicare il torto subito in giovinezza lascia che si compia il fratricidio.

Il Trovatore replica giovedì 20 dicembre (ore 20.00, Sera C), sabato 22 dicembre (ore 18.00, Pomeriggio), domenica 23 dicembre (ore 15.30, Domenica), giovedì 27 dicembre (ore 20.00, Sera A), sabato 29 dicembre (ore 18.00, sera B), domenica 30 dicembre (ore 15.30, fuori abbonamento).

 

I sopratitoli dell’Opera sono stati realizzati grazie al contributo di LS LexJus Sinacta – avvocati e commercialisti.     

 

In occasione delle recite de Il Trovatore nel Foyer Respighi del Teatro saranno esposte le foto della prova generale dell’opera, realizzate da Rocco Casaluci.

 

Il Teatro Comunale di Bologna, aderendo ad un’iniziativa promossa da Opera Europa – un’associazione europea di teatri d’opera e festival, che vanta ben 128 membri, tra i quali il Teatro Comunale – partecipa ad una ricerca realizzata da Deloitte, una delle più importanti azienda di servizi di consulenza e revisione. Nelle recite di martedì 18, giovedì 27 e domenica 30 dicembre verrà distribuito al pubblico un questionario finalizzato a ricercare e stabilire l’impatto economico dell’Opera.




Teatro Massimo di Palermo 2013: Renato Palumbo conduct Nabucco

Dopo le ultime apparizioni con i successi di Carmen (premio Abbiati 2012) e del Trovatore  nell’autunno 2011, Renato Palumbo tornerà sul podio del Teatro Massimo di Palermo per Nabucco, nell’ambito delle celebrazioni verdiane della Stagione 2013.

 




La traviata on Mezzo Tv

Mezzo Tv trasmette La traviata diretta da Renato Palumbo.

Mezzo Tv broadcast La traviata conducted by Renato Palumbo.

La traviata conduite par Renato Palumbo sur Mezzo Tv.  




Barcelona, La forza del destino. Dopo il successo di Aida Renato Palumbo inaugura il Liceu per l’anno verdiano

Dopo aver chiuso la stagione 2011-2012 con Aida in una produzione che verrà ricordata anche per l’addio alle scene del baritono Juan Pons, Renato Palumbo torna al Liceu di Barcelona per l’inaugurazione della stagione 2012-2013 con un altro titolo verdiano, La forza del destino, dal 2 al 28 ottobre.

INFO

CAST

G. Verdi

La forza del destino

Conductor
Renato Palumbo

Stage direction
Jean-Claude Auvray

Scenography
Alain Chambon

Costumes
María Chiara Donato

Lighting
Laurent Castaingt

Choreography
Terry John Bates

New co-production
Gran Teatre del Liceu / Opéra National de París

Cast
Violeta Urmana, Marianne Cornetti, Marcello Giordani, Ludovic Tézier,  Vitalij  Kowaljow, Micaela Carosi, Enkelejda Shkosa, Zoran Todorovitch, Luca Salsi, Carlo Colombara, Norma Fantini, Anna Smirnova, Alfred Kim, Vladimir Stoyanov and others.

Symphony Orchestra and Chorus of the Gran Teatre del Liceu

Cor Amics de l’Òpera de Girona




29 giugno 2012, Torino per Mirandola: Renato Palumbo dirige al Regio per i terremotati emiliani

Venerdì 29 giugno alle ore 21 si terrà un concerto straordinario il cui ricavato è destinato alla città di Mirandola, uno dei luoghi maggiormente colpiti dal terremoto dell’Emilia Romagna. L’iniziativa si inserisce nell’ambito del gemellaggio istituito tra la Città di Torino e il Comune di Mirandola, in accordo con l’Anci – Associazione Nazionale Comuni Italiani – e il Presidente della Regione Emilia Romagna.

Tutti gli artisti coinvolti hanno subito accolto l’invito a favorire questa occasione per un aiuto concreto, decidendo di prestare la loro opera gratuitamente. Renato Palumbo dirige l’Orchestra e il Coro del Regio in un programma che non poteva non essere all’insegna dell’emilianissimo Giuseppe Verdi, con alcuni dei suoi più celebri brani d’opera. Interpreti solisti saranno i protagonisti del Ballo in maschera: Oksana Dyka,Gregory Kunde Gabriele Viviani.


Interpreti

Renato Palumbo direttore

Oksana Dyka soprano
Gregory Kunde tenore
Gabriele Viviani baritono

Claudio Fenoglio maestro del coro

Orchestra e Coro del Teatro Regio


Programma

Giuseppe Verdi (1813-1901)

Nabucco, Sinfonia

I Lombardi alla prima Crociata, «O Signore, dal tetto natio»

Un ballo in maschera, «Eri tu che macchiavi quell’anima», romanza di Renato

La forza del destino, Sinfonia

Messa da Requiem, «Ingemisco»

Ernani, «Si ridesti il Leon di Castiglia»

I Vespri siciliani, Sinfonia

Un ballo in maschera, «Ecco l’orrido campo», scena e aria di Amelia

Macbeth, «Patria oppressa»

Il trovatore, «Udiste? Come albeggi» – «Qual voce!… come!… tu donna?…»
Scena e duetto del Conte di Luna e Leonora

Nabucco, «Va’ pensiero»

Calendario

Teatro Regio

Venerdì 29 Giugno 2012 – 21.00




Teatro Regio di Torino: Un ballo in maschera 19 giugno – 1 luglio

Dopo i successi di  Sly di Wolf Ferrari nel 2000, del Trovatore nel 2005, di Rigoletto nel 2008 e Adriana Lecouvreur nel 2009, Renato Palumbo torna sul podio del Teatro Regio di Torino per Un ballo in maschera. La prima di martedì 19 giugno verrà trasmessa in diretta radio (Rai Radio 3), mentre la recita di giovedì 21 verrà proiettata nelle sale del circuito Microcinema e diffusa attraverso il canale televisivo digitale terrestre Rai5.

INFO 

 

Un ballo in maschera
Teatro Regio, Martedì 19 Giugno 2012 – Domenica 1 Luglio 2012

Melodramma in tre atti
Libretto di Antonio Somma
da Gustave III, ou Le Bal masqué di Eugène Scribe
Musica di Giuseppe Verdi

Riccardo, conte di Warwick governatore di Boston tenore Gregory Kunde / Giancarlo Monsalve (20, 26, 28, 30)

Renato, creolo, suo segretario e sposo di Amelia baritono Gabriele Viviani /Marco di Felice (20, 26, 28, 30)

Amelia, moglie di Renato soprano
Oksana Dyka /Rebeka Lokar (20, 28) / Anna Pirozzi (26, 30)

Ulrica, indovina di razza nera mezzosoprano Marianne Cornetti /Elisabetta Fiorillo (20, 26, 28, 30)

Oscar, paggio soprano Serena Gamberoni / Barbara Bargnesi (20, 26, 28, 30)
Silvano, marinaio baritono Marco Camastra
Samuel, nemico del conte basso Antonio Barbagallo
Tom, nemico del conte basso Gabriele Sagona
Un giudice tenore Luca Casalin
Un servitore di Amelia tenore Dario Prola /Alejandro Escobar

Direttore d’orchestra
Renato Palumbo
Regia Lorenzo Mariani
Scene Maurizio Balò
Costumi Maurizio Millenotti
Aiuto regista
e movimenti coreografici
Elisabetta Marini
Luci Andrea Anfossi
Assistente ai costumi Tiziano Musetti
Maestro del coro Claudio Fenoglio

Orchestra e Coro del Teatro Regio
Allestimento Teatro Regio in coproduzione con
Teatro del Maggio Musicale Fiorentino
e Teatro Massimo Bellini di Catania
Calendario
Martedì 19 Giugno 2012 – 20.00 – Turno A
Mercoledì 20 Giugno 2012 – 20.00 – Turno Aziendale
Giovedì 21 Giugno 2012 – 20.00 – Turno D
Sabato 23 Giugno 2012 – 15.00 – Turno C
Martedì 26 Giugno 2012 – 15.00 – Turno Pomeridiano 2
Mercoledì 27 Giugno 2012 – 20.00 – Turno B
Giovedì 28 Giugno 2012 – 20.00 – Fuori abbonamento
Sabato 30 Giugno 2012 – 20.00 – Turno Regione 2
Domenica 1 Luglio 2012 – 15.00 – Turno F